CancellaPulsante per chiudere questa finestra

I diritti dei passeggeri dei voli internazionali

Sin dal 2003, la Convenzione di Montreal ha riconosciuto ai passeggeri delle compagnie aeree il diritto ad alcuni risarcimenti nei voli internazionali tra i paesi partecipanti. Oltre 120 nazioni, tra cui USA e UE, rispettano questo regolamento, che riguarda una parte piuttosto ampia del mondo.

Diritti internazionali – Disservizi di viaggio

La Convenzione di Montreal si applica ai voli internazionali fra le nazioni che rispettano il regolamento, che è stato firmato ed è riconosciuto da oltre 120 paesi (il cui numero è in continuo aumento) in tutto il mondo, compresi gli USA e l’UE. La maggior parte dei mercati delle compagnie aeree partecipa alla Convenzione, escluse poche eccezioni (ad esempio Sri Lanka e Vietnam). L’elenco dei membri può subire variazioni in caso di sottoscrizione da parte di nuove nazioni, ma tali variazioni potrebbero non essere immediatamente aggiornate nel link qui sopra.

La Convenzione si applica anche se il tuo luogo di partenza e quello di destinazione si trovano dentro la stessa nazione membro, ma soltanto se è programmata una tappa in un altro paese. Ad esempio, immagina di star volando tra due città di una nazione membro come la Cina con una tappa in Vietnam. Il tuo volo beneficerebbe della Convenzione. Invece, se il tuo fosse un volo diretto, senza tappe, non sarebbe un volo “internazionale” e non ne beneficerebbe.

Indipendentemente dal tipo di problema ritardi, cancellazioni o imbarchi negati – la Convenzione di Montreal può essere applicata. Tuttavia, le modalità di risarcimento sono differenti rispetto ad altri regolamenti. Conoscere queste differenze è fondamentale.

Sono coperti solamente i danni causati dal disservizio.

I passeggeri possono richiedere il rimborso delle spese e delle perdite dovute a un disservizio di volo. Generalmente, un semplice ritardo o un disagio non sono sufficienti. Pertanto, se il ritardo di un volo ti causa la perdita di una prenotazione già pagata e non rimborsabile, la compagnia aerea potrebbe essere costretta a risarcirti se puoi produrre la dovuta documentazione dell’accaduto e la prova delle spese aggiuntive sostenute come conseguenza del disservizio. Per approfondire vedi la nota sui “danni” riportata di seguito.

Le circostanze eccezionali non sono risarcibili.

La maggior parte delle volte, non è possibile imputare alla compagnia aerea i ritardi o altri disservizi dovuti a “circostanze eccezionali”, per lo più maltempo. Altre circostanze eccezionali includono le emergenze mediche, gli scioperi, l’impatto di un fulmine, limitazioni da parte della torre di controllo, malfunzionamento imprevisto del radar dell’aeroporto, sabotaggio, instabilità politica, atti terroristici, ecc., hai capito di cosa parliamo. In breve, la compagnia aerea non sarà considerata responsabile se riuscirà a dimostrare di aver adottato tutte le misure ragionevoli per evitare il disservizio di viaggio o dimostrerà che era impossibile evitarlo.

Una nota sui “danni” e sul loro significato

La Convenzione di Montreal usa il termine “danni” per riferirsi al risarcimento cui hanno diritto i passeggeri, ma viene interpretato in modo diverso in base al luogo in cui ci si trova. In molte giurisdizioni, come gli Stati Uniti, questi “danni” si limitano alle perdite monetarie e non includono la sofferenza psicologica (salvo che non sia la conseguenza di un trauma fisico). In altri parti del mondo, come l’UE, un’interpretazione meno rigida del regolamento permette ai passeggeri di richiedere un risarcimento per stress emotivo. Tuttavia queste distinzioni vanno oltre lo scopo del presente documento e, se hai bisogno di altre informazioni, ti consigliamo di rivolgerti a un professionista.

L’importo dei risarcimenti in base alla Convenzione di Ginevra viene calcolato in un modo particolare. Invece che in dollari o in euro, gli importi sono in Diritti Speciali di Prelievo (DSP), una valuta creata dal Fondo Monetario Internazionale (FMI). A gennaio 2017 il tasso di cambio era:

1 EUR= 0,78 SDR

1 USD = 0,74 SDR

Se la compagnia aerea è responsabile del danno, deve risarcirti per le tue perdite fino a 4 694 DSP (attualmente 6 009,37 EUR o 6 629,68 USD).

Poiché i tassi di cambio variano continuamente, i limiti dei risarcimenti per la Convenzione di Montreal vengono rivisti ogni 5 anni. Per conoscere i tassi di cambio delle altre valute o per avere informazioni aggiornate, visita il sito del FMI all’indirizzo:

http://www.imf.org/external/np/fin/data/rms_mth.aspx?reportType=SDRCV

Se hai intenzione di richiedere una risarcimento in base alla Convenzione di Ginevra, è importante che tu raccolga e presenti il maggior numero possibile di prove per rendere il processo più veloce e ridurre al minimo l’opposizione delle compagnie aeree. Ecco alcuni suggerimenti da seguire:

  • Conserva ogni documento relativo al volo che ti ha causato il disagio, come biglietti elettronici e carte d’imbarco.
  • Tieni da parte le ricevute che dimostrano le spese o le perdite economiche causate dal disservizio di volo.
  • Chiedi informazioni al personale di terra sulle ragioni del disservizio. Più la risposta è particolareggiata e meglio è.
  • Prendi appunti sul disservizio, compreso l’effettivo orario di arrivo alla tua destinazione finale. Qualsiasi informazione tu possa raccogliere, come le foto dei tabelloni delle partenze all’aeroporto o le comunicazioni da parte della compagnia aerea che confermano il disservizio, saranno utili per la tua richiesta.

Puoi iniziare a inoltrare la tua richiesta appena il tuo volo arriva a destinazione, devi semplicemente contattare il personale di terra quando arrivi. Puoi anche farlo in seguito. Il primo posto dove fare una ricerca è il sito web della compagnia aerea, dove dovrebbe esserci una sezione dedicata alle lamentele e ai reclami dei clienti.

Sì. In base alla Convenzione di Montreal, hai 2 anni di tempo per presentare la richiesta di risarcimento delle spese conseguenti a un disservizio di volo. Il tempo decorre dalla data di arrivo alla destinazione finale, dalla data prevista di arrivo dell’aeroplano o dalla data in cui il volo si è effettivamente arrestato (se diversa). Detto questo, ti consigliamo di non aspettare troppo prima di agire: prima è meglio è. Ti suggeriamo di controllare i Termini e Condizioni di Trasporto della compagnia aerea in questione, perché potrebbero contenere informazioni utili relativamente ai rimborsi e ai benefici diversi dai risarcimenti monetari.

Diritti internazionali - Problemi con i bagagli

La Convenzione di Montreal si applica ai voli internazionali tra le nazioni che rispettano il regolamento, che è stato firmato ed è riconosciuto da oltre 120 paesi (il cui numero è in continuo aumento) in tutto il mondo, compresi gli USA e l’UE. La maggior parte dei mercati delle compagnie aeree partecipa alla Convenzione, escluse poche eccezioni (ad es., Indonesia, Russia, Sri Lanka, Tailandia e Vietnam). L’elenco dei membri può subire variazioni in caso di sottoscrizione da parte di nuove nazioni, ma tali variazioni potrebbero non essere immediatamente aggiornate nel link qui sopra.

La Convenzione si applica anche se il tuo luogo di partenza e quello di destinazione si trovano dentro la stessa nazione membro, ma soltanto se c’è una tappa programmata in un altro paese. Per esempio, immagina di star volando fra due città di una nazione membro come la Cina con una tappa in Vietnam. Il tuo volo beneficerebbe della Convenzione. Invece, se il tuo fosse un volo diretto, senza tappe, non sarebbe un volo “internazionale” e non ne beneficerebbe.

Bagaglio danneggiato

Se le valigie registrate o il bagaglio a mano riportano dei danni mentre sono sotto la custodia del personale della compagnia aerea, il vettore deve farsi carico della riparazione o della sostituzione, a sua discrezione.

Bagaglio in ritardo

Se il tuo bagaglio non arriva in tempo a destinazione, la compagnia aerea è tenuta a fornirti informazioni aggiornate sul luogo in cui si trova. Nel frattempo, se hai bisogno di rimpiazzare oggetti essenziali che si trovano nelle tue valigie, come i prodotti da toeletta, la compagnia aerea deve rimborsarti queste spese. Conserva le ricevute.

Bagaglio smarrito

Se la compagnia aerea smarrisce il tuo bagaglio, è tenuta a risarcirti le valigie e il loro contenuto fino a una certa cifra, sempre che tu sia in grado di fornire documentazione concernente gli articoli smarriti e il loro valore. Dopo 21 giorni, le valigie mancanti si considerano perse, anche se in seguito venissero ritrovate.

I disservizi causati dai passeggeri non sono risarcibili.

La compagnia aerea non sarà considerata responsabile se potrà dimostrare che il passeggero ha in qualche modo contribuito al verificarsi del danno o che il bagaglio presentava un difetto o un problema intrinseco che ha determinato anche parzialmente il verificarsi del danno o dello smarrimento. Ecco alcuni esempi:

  • Bagaglio difettoso o inadatto che non tollera un normale uso.
  • Oggetti fragili o pericolosi contenuti nelle valigie.
  • Valigia riempita eccessivamente fino al punto di rottura.

Valuta speciale

Invece che in dollari o in euro, gli importi sono in Diritti Speciali di Prelievo (DSP), una valuta creata dal Fondo Monetario Internazionale (FMI). A gennaio 2017 il tasso di cambio era:

1 EUR = 0,78 DSP

1 USD = 0,74 DSP

Limiti di responsabilità

L’importo del risarcimento sarà negoziato tra te e la compagnia aerea e sarà diverso in base alle situazioni. Per i bagagli, la Convenzione di Montreal fissa il tetto della responsabilità della compagnia aerea in 1 131 DSP (attualmente equivalenti a 1 447,93 EUR o a 1 525 USD), quindi in ogni caso questo è il massimo che potresti ottenere. Le compagnie aeree cercano di tenere bassi i costi pagando gli oggetti meno del loro valore e rifiutando di risarcire alcuni tipi di articoli, come gioielli o dispositivi elettronici. Per maggiori informazioni su quali possono essere questi articoli, leggi le Condizioni di Trasporto sul sito della tua compagnia aerea.

Bagaglio danneggiato

Dopo aver controllato il danno riportato dal tuo bagaglio, la compagnia aerea ti proporrà di sostituirlo o ripararlo, in base alla propria convenienza. Se sostituiranno la tua valigia, molto probabilmente ti offriranno un importo inferiore al suo valore effettivo basato sull’attuale prezzo di vendita e sul tempo trascorso dal suo acquisto. Questo vale anche per qualsiasi oggetto danneggiato all’interno dei tuoi bagagli, anche se è importante evidenziare che ci sono molte cose che le compagnie rifiuteranno di rimborsare in ogni caso, come oggetti fragili o dispositivi elettronici.

Le compagnie aeree possono apporre su alcuni articoli una targhetta di responsabilità limitata, che è il loro modo di dire che non li risarciranno. Gli articoli cui viene più spesso apposta la targhetta sono strumenti musicali, equipaggiamento sportivo, passeggini o altri oggetti voluminosi o fragili. Tuttavia, in base alla Convenzione di Montreal, la compagnia aerea dovrebbe assumersi la responsabilità per ogni articolo che accetta come bagaglio, tranne quelli che sono per loro natura facilmente danneggiabili (come un vaso di cristallo senza imballaggio protettivo). Pertanto, se la compagnia cerca di usare una targhetta di responsabilità limitata per evitare il risarcimento, a volte è possibile fare opposizione.

Bagaglio smarrito e in ritardo

Per i bagagli in ritardo, puoi richiedere il rimborso di qualsiasi spesa conseguente alla ritardata consegna delle tue valigie, fino a 1 131 DSP. Questo include oggetti come i prodotti da toeletta che devi sostituire quando il tuo bagaglio è smarrito.

Per i bagagli smarriti, le compagnie aeree ti rimborseranno le valigie e il loro contenuto (oltre alle spese per il ritardo appena citate) fino a 1 131 DSP, sempre che tu possa presentare una documentazione sugli articoli. In entrambi i casi, la compagnia aerea probabilmente cercherà di limitare l’importo del risarcimento deprezzando gli articoli sulla base del loro uso futuro.

Copertura aggiuntiva

Se stai trasportando qualcosa che vale più di 1 131 DSP, hai la possibilità di dichiarare un valore più alto per il tuo bagaglio e i tuoi oggetti quando registri le valigie in aeroporto. La compagnia aerea di solito offre una copertura di importo maggiore in cambio del pagamento di una tariffa. In alternativa, puoi stipulare una polizza assicurativa separata per coprire danni e perdita dei bagagli, anche se probabilmente non potrai farti risarcire sia dalla compagnia aerea sia dall’assicurazione. Ti pagherà soltanto una delle due.
Poiché i tassi di cambio variano continuamente, i limiti dei risarcimenti per la Convenzione di Montreal vengono rivisti ogni 5 anni. Per conoscere i tassi di cambio delle altre valute o per avere informazioni aggiornate, visita il sito del FMI alla pagina

http://www.imf.org/external/np/fin/data/rms_mth.aspx?reportType=SDRCV

Ecco alcuni suggerimenti per dare alla tua richiesta le migliori possibilità di successo:

  • Conserva ogni documento relativo al tuo volo, come biglietti elettronici e carte d’imbarco, ricevute dei bagagli registrati, il Rapporto di Irregolarità Bagaglio, e il tuo numero di pratica.
  • Prepara una lista degli articoli contenuti del tuo bagaglio e di ogni documento aggiuntivo, come gli scontrini d’acquisto o le foto degli oggetti.
  • Conserva le ricevute di ogni cosa che devi comprare per sostituire gli articoli indispensabili che si trovavano nelle tue valigie, come i prodotti da toeletta, ecc.

Bagaglio danneggiato

Segnala al più presto i danni alla compagnia aerea. Hai 7 giorni di tempo per sporgere reclamo per danni dal momento in cui ricevi i bagagli, ma è sempre meglio farlo prima di lasciare l’aeroporto. Per ricevere un risarcimento dovrai anche permettere alla compagnia aerea di ispezionare le tue valigie.

Bagaglio in ritardo

Se non vedi le tue valigie sul tapis roulant, informa al più presto la compagnia aerea, preferibilmente prima di lasciare l’aeroporto. Ti verrà comunicato un numero di pratica e potresti dover compilare un Rapporto di Irregolarità Bagaglio (RIB.); conservali entrambi. Quando avrai ricevuto il tuo bagaglio, avrai 21 giorni di tempo per inoltrare una richiesta di risarcimento.

Bagaglio smarrito

Se la compagnia ammette che il tuo bagaglio è andato perduto o se non viene ritrovato entro 21 giorni successivi al tuo volo, le tue valigie verranno ufficialmente considerate smarrite, anche se in seguito dovessero ricomparire. A questo punto, in base alla Convenzione di Montreal, hai 2 anni di tempo per presentare la richiesta di risarcimento, a partire dalla data del tuo viaggio o dal momento in cui si sarebbe dovuto concludere.
Se queste informazioni non ti bastano e vuoi sapere esattamente quello che è contenuto nella Convenzione di Montreal, puoi leggere il testo completo dell’accordo.

Verifica con AirHelp se il tuo volo ti dà diritto a un risarcimento.

Ti è capitato di subire un ritardo o qualche altro problema su un volo negli ultimi tre anni? Comunicaci i dettagli del tuo volo e ti faremo sapere se ti spetta un risarcimento.

Verifica adesso