Torna a tutti gli articoliTorna a tutti gli articoli
overbooket fly

7 Consigli su come evitare l'Overbooking e non essere cacciati dal proprio posto

AutoreLorenzo Asuni

E’ raro che una storia diventi globale e virale in così poco tempo.

Noi tutti abbiamo visto l’episodio che ha visto la United Airlines costringere con la forza un suo passeggero a lasciare un volo in overbooking al Chicago O’Hare International Airport.

L’Overbooking è un fenomeno in continua crescita come lo sono anche i problemi ad esso collegati.

L’anno scorso in Italia sono state circa 15.000 le persone con un volo in overbooking, mentre nel mondo i passeggeri sono stati oltre 500.000.

Ma questo incidente ha posto l’attenzione sul fatto che i passeggeri devono conoscere i loro diritti se il volo è in overbooking.

Questa situazione è molto più comune di quanto si possa immaginare, ma ci sono alcune azioni che possono aiutarti ad evitare di perdere il tuo posto regolarmente pagato.

Ecco 7 consigli utili di AirHelp che potrebbero evitarti di essere “rimbalzato” al gate:

1. Aderisci ai programmi Frequent Flyer delle diverse compagnie aeree. Le possibilità si riducono se il passeggero risulta un frequent flyer della compagnia aerea. Incrementa i punti o miglia premio ed avrai una posizione privilegiata da parte della compagnia aerea.

2. Evitare di volare negli orari peggiori. Volare la mattina presto rispetto alla sera è preferibile. Statisticamente meno passeggeri volano con i primi voli del mattino e quindi ci sono meno possibilità che il volo possa avere problemi di overbooking. Ritardi e cancellazioni durante la giornata poi hanno un effetto a catena sulla richiesta di biglietti su tutti i voli successivi, la sera sono maggiori le possibilità di incorrere in problemi di negato imbarco perché la domanda di posti disponibili aumenta considerevolmente.

3. Cerca di evitare di comprare i biglietti più economici. Se prenoti il biglietto più economico sii pronto ed essere rimbalzato. In molti Contract of Carriage, il contratto che si stipula automaticamente una volta acquistato il volo (come per la United), i passeggeri che acquistano un biglietto in una classe più alta hanno infatti maggiori tutele dei passeggeri che acquistano la tariffa più economica.

4. Fai il Check In prima possibile ed arriva puntuale al gate. Per qualche compagnia aerea è una policy che i passeggeri che hanno fatto il check in per ultimi o arrivano in ritardo al gate sono quelli “preferiti” per essere rimbalzati all’imbarco in caso di overbooking.

5. Prendi i voli del mattino presto. Come menzionato prima i voli del mattino hanno minori possibilità di passeggeri in eccesso perché solitamente non hanno un “backlog” causato da voli in ritardo, cancellati o perdita delle coincidenze. Solitamente, inoltre, è minore la possibilità che ci siano passeggeri pronti a cedere il proprio posto volontariamente nell’ultimo volo della notte.

6. Spedisci i tuoi bagagli. La maggior parte delle volte sono le persone che viaggiano senza bagaglio imbarcato ad essere scelte, risulta infatti complicato per la compagnia aerea trovare il bagaglio spedito e magari già stivato.

7. Viaggia con altre persone. Disabili, minori e persone che viaggiano con la propria famiglia hanno solitamente una protezione maggiore degli altri passeggeri anche coloro che accompagnano queste persone se presenti nella medesima prenotazione hanno maggiori tutele. In molti Contract of Carriage delle compagnie aeree ci sono addirittura dei riferimenti specifici a queste categorie. Solitamente sono le ultime persone in assoluto a vedersi negato l’imbarco.

Ricorda sempre che l’overbooking può accadere su ogni tuo volo, ma quando viaggi più consapevole e conosci i tuoi diritti viaggerai decisamente meglio e più tranquillo.

Per il tuo prossimo viaggio cerca di seguire questi consigli se non vuoi perdere il tuo posto.

I ritardi con i propri voli capitano, non vuol dire però che si debbano accettare senza far nulla. Per il tuo volo in ritardo, cancellato o in overbooking hai diritto a fino 600€ di risarcimento a prescindere dal prezzo pagato del biglietto.

Fatti risarcire per ritardi, cancellazioni o overbooking sui tuoi voli degli ultimi 3 anni.

Controlla il tuo volo

Ci vogliono solo tre minuti