Torna a tutti gli articoli Torna a tutti gli articoli

Come affrontare un viaggio in famiglia a un budget low-cost?

AutoreAda Kozłowska

Ci sono poche cose che amiamo di piu’ di rendere perfetti i viaggi dei nostro clienti. Da fare in modo che le compagnie aeree paghino i giusti risarcimenti fino a far risparmiare tempo e denaro sui voli, ci e’ sempre piaciuto esplorare le infinite possibilita’ per avere il meglio dai nostri viaggi (che siano di relax o per lavoro).

E’ anche per questo che abbiamo creato dal punto di vista del viaggiatore: una serie di blogpost che vogliono portare alla luce i migliori consigli di alcuni noti esperti di viaggio. Il primo caso e’ quello di un gestore di un blog americano chiamato Points With a Crew!

Dan Miller e’ il fondatore di Points With a Crew, blog che ha lo scopo di aiutare le famiglie numerose a mettere in campo le giuste strategie per accomulare miglia aeree e punti per hotel, cosi da poter viaggiare in futuro gratis o, comunque, a prezzo ridotto. Dan, negli anni, ha accumulato esperienza sull’argomento a causa della sua famiglia numerosa, una moglie e sei figli, che lo hanno messo a dura prova dal punto di vista finanziario (e non solo!). Continua a leggere se vuoi sapere come questa famiglia di Cincinnati ha continuato a viaggiare senza andare in bancarotta.

 

Come siete diventati dei viaggiatori assidui?

Siamo sempre stati interessati a viaggiare, una delle ragioni per cui ci piace e’ che mette i nostri figli nella condizione di doversi relazionare con persone diverse da loro.

Nel 2012, avevamo pianificato una riunione di famiglia a Lake Tahoe. Sapevo che 8 biglietti sarebbero costati un patrimonio. Conoscevo la questione dell’accumolo di miglia e dei punti aerei ma non avevo mai approfondito l’argomento. Finche’ non mi venne in mente che un anno prima avevo avuto modo di usare 170.000 miglia, che ci erano servite per andare in Nevada , in modo praticamente gratuito. Fino a quel momento non avevamo preso l’argomento in grande considerazione – a proposito, quest’ anno io e mia moglie siamo stati a Puerto Rico e presto partiremo per l’Europa, tutto questo grazie ai costi ridotti che ci sono messi a disposizione dall’ accumulo di miglia aeree e alle schede punti per gli Hotel.

 

Dal punto di vista finanziario, come riesce a fare tutti questi viaggi ?

Usare le miglia aeree e i punti per gli alberghi ti aiuta a viaggiare per una frazione del prezzo di listino. Un altro consiglio e’ informarsi relativamente a divertimenti low-cost. Noi guardiamo sempre se ci sono attrazioni che fanno un prezzo a famiglia. Cerchiamo inoltre di prenotare Hotel che oltre alla colazione offrano la cena compresa nel prezzo.

Com’e’ cambiata la vostra vita da quando viaggiate con costanza?

Direi che il maggiore cambiamento e’ che amiamo viaggiare sempre di piu’. Prima di scoprire le convenzioni con le compagnie aeree e con gli hotel era difficile capire come spendere in modo intelligente i nostri soldi. Solitamente facevamo una sola vacanza d’estate ma, ora, ci prendiamo molti piu’ fine settimana liberi al mare o a visitare citta’.

Quali sono le vostre abitudini quando andate in viaggio?

Andiamo solitamente a caccia di attrazioni di nicchia. Ho pero’ scoperto che i nostri bambini sono interessati piu’ alla piscina che alla destinazione.

Cosa ti ha spinto ad aprire un blog di viaggi?

Una delle ragioni principali e’ che la maggior parte dei travel blogger che parlano di miglia aeree e di punti per gli hotel si concentrano solo su voli in prima classe e hotel a 5 stelle. E, anche se e’ spesso divertente leggere queste cose, non e’ ne’ la maniera in cui la mia famiglia viaggia ne’ come lo fa la maggior parte delle persone. Ho quindi voluto aprire un blog che fosse piu’ aderente alla realta’. Inoltre, ricordiamoci che le famiglie numerose (noi siamo in 8) sono costrette ad affrontare ulteriori difficolta’ (come dover, sempre, prenotare due camere divise in hotel).

 

Fatti risarcire per ritardi, cancellazioni o overbooking sui tuoi voli degli ultimi 3 anni.

Controlla il tuo volo

Ci vogliono solo tre minuti