Cancella Pulsante per chiudere questa finestra

Volo in ritardo o cancellato? Hai diritto a un risarcimento qualunque sia il prezzo del tuo biglietto.

Verifica il Risarcimento

10 foto che dovresti fare quando voli

Di Serita Braxton | Ultima versione

Le foto sono un ottimo modo per catturare momenti indimenticabili del viaggio, e ti serviranno per dimostrare di aver davvero visto quei posti. Ma possono anche servirti come prova nel caso in cui non tutto nella tua vacanza vada per il verso giusto.

Dopo aver scattato una foto nella tua situazione vacanziera ideale, ci sono altre 10 foto del tuo volo che sarebbe meglio che tu avessi nella galleria. Infatti, se le cose non vanno come previsto – ad esempio in caso di ritardo del volo o smarrimento del tuo bagaglio – queste foto possono esserti utili per inviare una richiesta di risarcimento o di rimborso alla compagnia aerea.

Perché loro potrebbero dire: se non hai fatto una foto, è successo davvero?

Ogni volta che voli…

Quando qualcosa va storto…

 

Ogni volta che voli…

1. Foto del tuo bagaglio al check-in

Foto di Efraimstochter su Pixabay

Perché? Se il tuo bagaglio viene rovinato mentre è in viaggio, una foto scattata immediatamente prima di consegnarlo alla compagnia aerea proverà che non stai inviando un reclamo per danni precedenti.

Consiglio fotografico: Assicurati di inquadrare ogni lato della tua valigia.

Il nastro dell’aeroporto parte intorno a te e finalmente vedi la tua valigia venirti incontro. Ma qualcosa non quadra. Visto che hai fatto una foto alla valigia prima di consegnarla, hai una prova materiale a supporto del tuo reclamo, che dimostri che la tua valigia ti è stata restituita in condizioni peggiori.

Fai una foto della parte danneggiata poi dirigiti verso il servizio clienti della compagnia aerea, con la carta d’imbarco e l’etichetta del bagaglio. Devi compilare il reclamo per danneggiamento prima di lasciare l’aeroporto. Alcune compagnie aeree ti permettono di compilare il reclamo in un secondo momento, ma è importante sincerarsi delle politiche del vettore prima di andare via. Altrimenti potresti dire addio al risarcimento per il tuo bagaglio danneggiato.

2. Foto di cosa c’è nella tua valigia

Foto di Hans su Pixabay

Perché? Se gli oggetti dentro il tuo bagaglio sono danneggiati o smarriti, queste foto servono come inventario, e prova, di cosa c’era nella valigia.

Consiglio fotografico: Nessun oggetto è troppo piccolo: se è un oggetto che ti dispiacerebbe si danneggiasse o smarrisse, assicurati di averne una foto.

Se l’esterno della tua valigia è danneggiato, è possibile che lo siano anche oggetti all’interno. Se stai facendo dei pacchetti, scatta foto dettagliate di cosa hai messo dentro i pacchetti, nel caso qualcosa andasse smarrito o danneggiato.

Insieme a tutti gli scontrini che possiedi, queste foto supporteranno la tua richiesta di risarcimento alla compagnia aerea. Ai sensi della Convenzione di Montreal, puoi inviare un reclamo per danni economici quandola compagnia aerea ti consegna la valigia danneggiata, o se il bagaglio viene smarrito o arriva in ritardo .

3. Un primo piano di tutti gli oggetti di valore

Perché? Se sei costretto a lasciare oggetti costosi dentro il tuo bagaglio in stiva, vuoi avere la certezza di poter dimostrare che fossero in condizioni ottimali – e sistemati accuratamente – nel caso venissero danneggiati durante il viaggio.

Consiglio fotografico: Scatta prima una foto dell’oggetto in sé, poi un’altra foto dell’oggetto nella sua custodia protettiva.

Ti consigliamo sempre di portare gli oggetti di valore con te in aereo. Ma qualche volta le restrizioni sui bagagli a mano non ti danno altra scelta che lasciare alcuni importanti oggetti nel bagaglio in stiva. Prima di consegnare il tuo uovo di Fabergé o i diamanti, scatta foto degli oggetti di valore che metterai nella valigia. Fotografali di nuovo appena li avrai avvolti e protetti, così da non lasciare più dubbi: hai fatto di tutto per proteggerli.

Tieni a mente che se qualcosa si rompe o viene smarrito, c’è una soglia massima in cui puoi fare il reclamo. Se viaggi con oggetti preziosi, considera la possibilità di sottoscrivere un’assicurazione viaggio per tutelarti ed avere la copertura nello spiacevole caso in cui vengano danneggiati o smarriti.

4. Metti a fuoco l’etichetta del tuo bagaglio

Perché? Le etichette che mettono nei bagagli sono molto facili da perdere o buttare, ma sono indispensabili se succede qualcosa alla tua valigia.

Consiglio fotografico: Assicurati che sia il testo che i numeri dell’etichetta siano ben leggibili nella foto.

Dopo aver consegnato la tua valigia al banco del check-in, lo staff della compagnia aerea ti darà un’etichetta del bagaglio. Contiene le informazioni sul proprietario della valigia, dove è diretta e la possibilità di tracciare dove va.

Prima di proseguire, scatta una foto dell’etichetta del tuo bagaglio.

Grazie a questa dritta puoi facilmente recuperare la foto dal tuo smartphone nel caso in cui perdessi l’etichetta o se vuoi semplicemente evitare di frugare nel tuo zaino per cercarla. È fondamentale avere le informazioni riportate nell’etichetta nel caso dovessi compilare un reclamo con la compagnia aerea.

5. Un bel selfie al gate

Foto di Evgeniya Kurmacheva

Perché? Se ti negano l’imbarco, puoi dimostrare che hai raggiunto il gate in perfetto orario.

Consiglio fotografico: Inquadra anche l’orologio o comunque rendi visibile l’orario quando scatti la foto.

Hai già superato i controlli di sicurezza e sei nella zona degli imbarchi con largo anticipo. È un ottimo momento per scattarti un selfie in aeroporto. Non solo per condividerlo sui social con l’hashtag #travel, ma anche per dimostrare il tuo arrivo in orario al gate.

Quando i voli sono in overbooking, i passeggeri a cui è stato negato l’imbarco hanno diritto a un risarcimento fino a 600 €, secondo la normativa europea. Le compagnie aeree risarciscono solo i passeggeri a cui è stato negato l’imbarco senza che avessero colpe. Quindi grazie a questa dritta puoi dimostrare di aver rispettato le regole.

6. Scatta una foto della tua carta d’imbarco

Perché? Questo pezzo di carta è spesso un pezzo del puzzle essenziale per creare un reclamo contro la compagnia aerea.

Consiglio fotografico: È fondamentale che tutte le scritte del biglietto siano leggibili nella foto.

Per alcune compagnie aeree, la carta d’imbarco è un oggetto cruciale per elaborare ogni richiesta di risarcimento. Sia che tu abbia ricevuto una versione cartacea del biglietto, o che l’abbia stampata a casa, scatta una foto e salvala con il resto della documentazione.

Se hai optato per una carta d’imbarco elettronica, salvala nel cellulare o fanne uno screenshot. (Le app non li conservano per sempre.)

Quando qualcosa va storto…

 

7. Se ti bloccano in aeroporto: Fai un video degli scontrini di cibo e bevande

Foto di Carli Jeen su Unsplash

Perché? Se il tuo volo accumula un ritardo pesante, potresti aver diritto al rimborso delle spese sostenute per cibo e bevande durante l’attesa.

Consiglio fotografico: Assicurati che l’importo degli scontrini, così come la data e l’ora, siano visibili quando li immortali.

Proprio mentre guardi gli schermi per vedere dove sia l’imbarco del tuo aereo, vedi cambiare lo stato del volo: in ritardo. Questo potrebbe bloccarti in aeroporto per ore, o addirittura obbligarti a rimandare il volo al giorno dopo. Quindi dovrai fare una tappa nei ristoranti dell’aeroporto o nei bar per mangiare qualcosa.

Puoi tenere traccia dei tuoi acquisti per cibo e bevande facilmente: basterà scattare le foto agli scontrini. Segui questi consigli se il tuo volo è in ritardo mentre viaggi su una compagnia aerea statunitense, perché ci sono circostanze in cui puoi ottenere il rimborso per le spese del vitto.

Tuttavia, se il tuo volo accumula un ritardo superiore a 3 ore con una compagnia aerea europea, o se parti da un Paese UE, il vettore deve prendersi cura del tuo ristoro, oltre ad assicurarti in alcuni casi un rimborso ritardo volo. Ascolta gli annunci su come si prenderanno cura di te. In queste situazioni potresti anche avere diritto a un risarcimento fino a 600 €. Hai avuto un volo in ritardo? Controlla se il tuo volo è idoneo.

8. Se resti bloccato su un aereo: Immortala da quanto tempo stai aspettando

Foto di Pexel su Pixabay

Perché? Ci sono leggi che stabiliscono quanto tempo gli aerei possono restare in pista: se non ricevono l’autorizzazione a decollare entro quell’intervallo di tempo (a meno che non ci sia un problema di sicurezza) potresti aver diritto a un risarcimento.

Consiglio fotografico: Assicurati che nella foto sia visibile l’orario per dimostrare da quanto tempo sei nell’aereo.

Posto trovato, cinture allacciate, ma il controllo del traffico aereo non ha dato il via libera al tuo aereo di decollare. Documenta da quanto sei nella pista scattando una foto nell’aereo in cui sia visibile l’ora.

Ai sensi della legge USA, i passeggeri che viaggiano con vettori americani devono poter scendere dall’aereo dopo aver aspettato 3 ore in pista. Nelle compagnie aeree europee, la durata massima prima che i passeggeri debbano poter scendere è di 5 ore.

9. Se il problema del volo ti provoca una spesa: Scatta una prova di ogni spesa extra

Foto di RawPixel su Pixabay

Perché? Quando fai voli internazionali, le compagnie aeree sono responsabili di rimborsare i passeggeri che incorrono in spese extra a causa del disservizio del volo.

Consiglio fotografico: Assicurati di specificare la data e l’ora di queste spese, per dimostrare che coincidono con il disservizio del tuo volo.

Sia che tu abbia dovuto acquistare articoli per l’igiene personale perché la tua valigia non è arrivata in tempo, o se non hai potuto svolgere le attività che ti eri prefissato perché il tuo aereo è arrivato troppo tardi, scatta una foto degli scontrini. Secondo la Convenzione di Montreal, in alcuni casi in cui il disservizio del tuo volo è colpa della compagnia aerea, puoi presentare una richiesta di rimborso di tutte le spese extra sostenute.

Quindi aggiungi alla tua galleria fotografica tutte le ricevute per i tour, le escursioni e tutte le attività già pagate e documenta le spese. Ti consigliamo anche di conservarne una copia cartacea, giusto per andare sul sicuro.

10. Se il tuo volo arriva tardi: Niente applausi: all’atterraggio fatti un selfie!

Foto di Evgeniya Kurmacheva

Perché? L’ammontare del risarcimento a cui potresti aver diritto dipende da quanto ritardo il tuo volo ha accumulato alla destinazione.

Consiglio fotografico: Assicurati di inserire anche l’orario nella foto e citare @theairhelper sui social, così da farci sapere i problemi del tuo volo!

Non solo potrai finalmente festeggiare il tuo arrivo a destinazione, ma scattando una foto al momento dell’atterraggio potrai anche avere un riferimento su quanto in ritardo hai raggiunto la tua destinazione finale.

Quindi quando si aprono i portelloni dell’aereo, e potrai finalmente lasciare il velivolo, scatta un selfie con l’orario in vista. Se siete atterrati con più di 3 ore di ritardo, per un volo partito da un Paese UE o se viaggiavi con una compagnia aerea europea, potresti aver diritto al risarcimento.

 

Queste 10 foto sono un modo facile che ti permettono di tutelarti nel caso qualcosa andasse storto durante il tuo volo. Ti è mai capitato che una foto ti aiutasse a risolvere una problematica con la compagnia aerea? Diccelo nei commenti!

I ritardi aerei possono capitare, ma ciò non significa che bisogna accettarli. Potresti aver diritto a un risarcimento di 600 € per ogni volo in ritardo, cancellato o in overbooking degli ultimi tre anni.